Parrocchia di Gesù Divin Lavoratore
Via Bolivia 15
27029 Vigevano (Pv)
Tel. 0381 311650

LA PAROLA DEL PARROCO (torna all'indice)

AURORA APRILE 2010

CRISTO E’ RISORTO! Viviamo del suo Amore quaggiù, mentre il cuore è già in cielo con Lui.

 

 

 

 

 

 

 

 

Cristo è risorto! Questo è l’annuncio di Pasqua che risuona in tutte le chiese. Questo annuncio, per noi cristiani, è il più grande e il più importante che possiamo pronunciare e ricevere nei nostri cuori. In questo evento si compie l’intero mistero della salvezza: l’amore di Dio, incarnatosi in Gesù Cristo, si concretizza nella sua risurrezione da morte. In Cristo risorto è tutta l’umanità che risorge, nell’amore di Padre verso Gesù, c’è l’amore del Padre verso ogni uomo. Cristo è risorto per me, per te. Anche noi siamo attesi nel regno del Padre. Solo così noi troviamo una spiegazione al gran correre di persone alla mattina di Pasqua che noi troviamo nei Vangeli. Maria Maddalena corre ad avvisare Pietro e l’altro discepolo e anche questi due corrono al sepolcro e tutti si muovono a motivo di Gesù e non semplicemente per un cadavere. Si intravede già in loro la segreta speranza che qualcosa di straordinario sia accaduto, che la loro avventura con Gesù non sia terminata. Una speranza che diventa certezza quando incontrano Gesù risorto. La risurrezione di Gesù ha ricadute anche su ciascuno di noi.

La risurrezione di Cristo infonde negli uomini la speranza di raggiungere una meta, la speranza che la loro vita, il loro correre non è senza senso. Non più solamente mete parziali e intermedie, o peggio illusorie, ma la speranza di una meta definitiva: dove è Cristo saremo anche noi!

La speranza cristiana non è semplice aspettativa di raggiungere Cristo nel suo regno, ma è un partecipare già ora della sua risurrezione. Quella del cristiano è un vivere nella storia, ma con il cuore già in cielo. Ma come vive chi ha il cuore già in cielo? Chi ha il cuore già in cielo è “morto con Cristo agli elementi del mondo”, è libero dalle preoccupazioni per le cose della terra e confida solo nella grazia di Dio. Sembra impossibile per creature fatte di terra, ma bisogna confidare nella grazia di Dio, Lui c’è, Lui aiuta. Il cuore in cielo attinge forza per sostenere un concreto rinnovamento dei propri comportamenti e perfino dei propri sentimenti “rivestitevi dunque di sentimenti di tenerezza, di bontà, di umiltà, di mansuetudine…” (Col.3,12).

Quando riviviamo la Pasqua del Signore, il suo passaggio dalla morte alla vita, nel quale egli ha sconfitto la morte con la sua morte volontaria, noi possiamo prendere coscienza dell’amore infinito di Dio. E’ questo amore che ci salva dandoci la vita eterna. Gesù risorto è lì per dirti che ti ama, per sempre. Non abbiamo dunque paura di mettere la nostra vita nelle sue mani. Viviamo della sola terapia che guarisce: viviamo dell’Amore di Dio, amiamo Dio e amiamoci l’un l’altro.

Buona Pasqua a tutti!

                                                    Don Florindo

 

BENEDIZIONE DELLE  FAMIGLIE

 Come ogni anno , dopo pasqua, il parroco passerà per le case della parrocchia a fare una visita alle famiglie e per portare la benedizione pasquale. Sarà una bella occasione per incontrarci, conoscerci meglio e anche per scambiarci due parole sui problemi della vostra famiglia e sulla parrocchia. Il parroco è vicino a ciascuno di voi. Il Signore vi ha alle mie cure e io lo sento come mio dovere preoccuparmi di voi e ricordarvi nelle mie preghiere.

Vi aspetto all’assemblea comunitaria della domenica, per incontrare Gesù nella sua Parola e nell’Eucaristia.

 In linea di massima per la benedizione verrà seguito quest’ordine:

1a settimana: via Bolivia, via Gravellona(metà), via cappuccini, via Cuneo, via Ciriè, via Brà.

2a settimana: Via Arona, via Sapri, via Vallere e laterali.

3a settimana: Via Gravellona, via valenza, via Vercelli, via Asti, via Vignale, via battu, via Tombetti ecc.

4a settimana: C. so Novara, via Alessandria, via Acqui, via Cascina Barbavara, via Domodossola.

 

FESTA DELLA DIVINA MISERICORDIA 

Nella prima domenica dopo pasqua ricorre la festa della Divina Misericordia. Si tratta di una festa che ha istituito il papa Giovanni Paolo II° per ricordare e incrementare la devozione alla Misericordia di Gesù.

In una visione a Santa Faustina, una santa mistica, Gesù le dice: “Le anime periscono nonostante la mia dolorosa passione. Concedo loro l’ultima tavola di salvezza, cioè la festa della mia Misericordia. Figlia mia, parla a tutto il mondo della mia inconcepibile misericordia. Desidero che la festa della Misericordia sia di riparo e di rifugio per tutte le anime e specialmente per i poveri peccatori. L’anima che si accosta alla confessione e alla santa Comunione riceve il perdono totale delle colpe e delle pene”.

Ci si può preparare alla festa della Divina Misericordia con una novena da incominciarsi il Venerdì Santo “Durante questa novena elargirò alle anime grazie di ogni genere”. 

ANNO SACERDOTALE

Cristo Sacerdote, mediatore tra Dio e gli uomini 

Parlando di Gesù sacerdote, dobbiamo pensare a Gesù come vero Dio e vero uomo, in lui si realizza l’unione ipostatica. Condividendo la condizione umana, Gesù, il Verbo di Dio fatto carne, è per ciò stesso costituito “mediatore” tra l’uomo e Dio, “pontefice” tra cielo e terra, ossia sacerdote.

L’autore della lettera agli Ebrei ne collega il sacerdozio a Melchisedek. Egli aveva offerto un sacrificio in pane e vino, che richiama l’istituzione dell’Eucaristia, quando Gesù ha offerto se stesso proprio sotto le specie del pane e del vino, anticipando e perpetuando il sacrificio di se sulla croce. Gesù è dunque, non solo sacerdote, ma anche vittima del suo sacerdozio. La dignità di Gesù è tale da superare qualsiasi sacerdozio e da conferire la massima efficacia al suo sacrificio. L’amorosa obbedienza di Gesù al Padre e l’offerta della sua vita, ristabiliscono e garantiscono la “pace” tra Dio e l’uomo.  

Atto d’amore del Santo Curato d’Ars 

Ti amo, mio Dio, e il mio unico desiderio è di amarti

fino all’ultimo respiro della mia vita.

Ti amo, o Dio, infinitamente amabile,

e preferisco morire amandoti,

piuttosto che vivere un solo istante senza amarti.

Ti amo Signore e l’unica grazia che ti chiedo

è di amarti eternamente.

Ti amo. Mio Dio, e desidero il cielo,

soltanto per avere la felicità

di amarti perfettamente.

Mio Dio se la mia lingua non può dire ad ogni istante: ti amo, voglio che il mio cuore te lo ripeta

ogni volta che respiro.

 

LAVORI IN PARROCCHIA

 

Sotto l’attenta regia del Consiglio per gli affari economici e accogliendo i suggerimenti e gli aiuti che provengono da parrocchiani che hanno a cuore il bene della loro parrocchia, stiamo rimettendo a nuovo gli edifici della nostra parrocchia.

Per il momento la nostra attenzione è stata rivolta più all’edificio della casa parrocchiale e dell’oratorio in quanto erano più malmessi. È stata messa una caldaia nuova per riscaldare tutto l’edificio, è stata rifatta tutta la tinteggiatura esterna e verranno messe tapparelle nuove. Sono state poste inferiate nuove alle finestre del semi-interrato e si stà pensando di fare lavori di bonifica dei muri del medesimo locale. Prima del ritorno del freddo vorremmo mettere un riscaldamento nuovo nella chiesa, che sia efficiente e silenzioso, così da permetterci di partecipare bene alle varie celebrazioni.

Se ogni anno riuscissimo a fare qualche miglioria, in poco tempo avremmo una parrocchia rimessa a nuovo. Questo sarebbe una bella soddisfazione per il parroco, ma penso anche per voi, in quanto senza il vostro aiuto, nè io, né il Consiglio per gli affari economici saremmo in grado di realizzare quanto ci siamo proposto.

Voglio che vi sentiate vicini e partecipi della vita della parrocchia, anche in queste cose. Sia io che i collaboratori parrocchiali, siamo sempre disponibili ad ascoltare i consigli di coloro che vogliono aiutarci 

ANAGRAFE PARROCCHIALE 

BATTESIMI:   Colli Sofia, figlia di Gianluca e di Gioia Cinzia Elisa, nata a Vigevano il 26/10/2009 e battezzata il 07/03/2010. Ziello Tommaso e Ziello Sara, figli di Davide e di Albanese Alessandra, nati a Pavia il 03/08/2009 e battezzati il 07/03/2010. Chillemi Greta, figlia di Giuseppe e di Maniezzu Marzia, nata a Vigevano il 15/08/2009 e battezzata il 07/03/2010. Baruffaldi Marco, figlio di Massimo e di Invernizzi Enrica Maria, nato a Vigevano il 13/01/2010 e battezzato il 13/03/2010. Agresti Nicolò, nato da Michele e da Ciorciari Michela il 05/08/2009 e battezzato il 14/03/2010.

FUNERALI: Barbè Amelia, di anni 78, coniugata con Amedeo Franco, deceduta il 20/03/2010. 

OFFERTE DI MARZO 

N.N. €.10. In memoria di Salpietro Maria €.50. In mem. di Antonio e Primona €.10. In mem. di Farina Giuseppe €.10. N. N. €.50. In mem. fam. Zambello €.20. Per battesimo di Colli Sofia €.20, di Chillemi Greta €. 30, di Ziello Sara e Tommaso €.50. In mem. di padre Pio €.10. In mem. di Lucia €.10. Per battesimo di Baruffaldi Marco €.50. In memoria di Agradi Primo e Rina €.30. Per battesimo di Agresti Nicolò €.50. In mem. di Pollina Silvana €.10. Pranzo di Primavera €.95. In mem. di Guerino e Alfa €.10. In mem. di Angela €.10. In mem. di Morgantini Giovanni €.20. In mem. di Giuseppe e Santa €.10. In mem. di Giuseppe e Rosaria €.20. Dalla vendita torte €.415. In mem. di Barbè Elia €.50. In mem. di Combi Rosa Maria €.50. Per corso taglio e cucito €.500. In onore Madonna Ficarra €.10. N. N. €.50. In mem. di Grandi Ernesto €.15. N.N. per riscaldamento €.50. In mem. di Ida €.20. N.N. per riscaldamento €. 40. In mem. di Barbè Elia €.60 dagli amici dell’oratorio. 

PELLEGRINAGGIO A Lourdes

Dal 23 al 25 aprile €. 165,00. 

Nel 1858 la Vergine è apparsa 18 volte alla piccola Bernadetta Soubirous e gli chiese di recarsi all’incontro con lei per quidici giorni, promettendole non la felicità in questo mondo, ma nell’altro. La Signora chiese alla fanciulla di dire a tutti di fare penitenza e di pregare per i peccatori. Ai sacerdoti chiese di costruirvi una cappella e di recarsi lì in processione e per ultimo rivelerà il suo nome: “ io sono l’Immacolata Concezione”.

Recarsi in pellegrinaggio ai santuari mariani è sempre fonte di grazie spirituali. Chi può ne approfitti.

 CONOSCIAMO I NOSTRI CHIERICHETTI 

Durante tutto l’anno i nostri chierichetti svolgono un servizio puntuale e preciso, ma in particolare sentiamo l’importanza della loro presenza quando ci sono feste importanti. Il loro servizio permette lo svolgimento di celebrazioni solenni e complete dal punto di vista liturgico. Tutta la comunità è grata a questi ragazzi e si augura che il loro servizio continui senza stanchezze e che il loro numero si accresca con altre adesioni. 

CONOSCIAMO I BARISTI

Un grazie di cuore ai nostri baristi che con grande sacrificio si impegnano a tenere aperto e funzionante il bar dell’oratorio, che è un punto di riferimento per i ragazzi al pomeriggio e per i giovani alla sera.

Siamo sempre pronti a reclutare nuove forze purchè disposte a stare in compagnia e a servire i ragazzi.

BuonLavoro!



 

 

contatti: info@parrocchiabattu.org