Parrocchia di Gesù Divin Lavoratore
Via Bolivia 15
27029 Vigevano (Pv)
Tel. 0381 311650

LA PAROLA DEL PARROCO (torna all'indice)

AURORA GIUGNO 2011

LO SPIRITO SANTO, LA CHIESA E IL MONDO

 

La festa di Pentecoste ha segnato per la Chiesa l’inizio della sua missione. Una missione universale, destinata a tutti i popoli. Lo Spirito Santo che scende sugli apostoli ed essi che iniziano a parlare lingue diverse, un linguaggio comprensibile da tutti. Questa è la missione che gli apostoli hanno ereditato da Gesù e che essi hanno trasmesso pure a noi. Da allora il messaggio cristiano si è diffuso in tutto il mondo, prima portato dai missionari e da cristiani convinti, ora da media e dai giornali.

Succede pure il contrario, che altri popoli e culture vengano da noi e automaticamente ci trasmettono la loro cultura e credenze. Questo inarrestabile flusso di persone, di popoli che si muovono, si spostano da una nazione all’altra, da un continente all’altro, seguendo una legge non scritta ma inesorabile, determina un ricambio di popoli. Quasi come all’epoca delle invasioni barbariche, l’Europa assiste all’assalto delle sue terre da parte di popolazioni più giovani e che sono in cerca di una nuova vita. Si cercano di chiudere le frontiere, ma nessun stato può farlo per non correre il rischio di implodere.

Ma la terra di chi è? Di chi la abita al momento? di tutti? di Dio?

I popoli si sono dati dei confini e delle leggi. Ma queste leggi fanno al bene universale dell’umanità o a singole persone o gruppi, agli interessi di pochi o di tutti? Sono domande grandi a cui non è facile rispondere.

I cristiani che hanno nel cuore il Vangelo, l’ esempio di Gesù davanti agli occhi, che ruolo hanno in tutto questo? Come essere fedeli all’invito di Gesù di andare, annunciare a tutti il vangelo, di convertirli e battezzarli? Non serve più neppure andare nel mondo, perché i non cristiani vengono loro da noi, ma come è possibile convertirli?

La chiesa dei primi cristiani si distingueva per come si amavano, si volevano bene, si aiutavano. Noi cristiani non siamo chiamati a compiere cose straordinarie, ma a vivere la nostra ordinarietà, il nostro solito, come ci ha insegnato Gesù: amatevi come io vi ho amato. Vivere noi e poi far conoscere agli altri le grandi verità cristiane che fanno vivere l’uomo e lo ricolmano di speranza.

Per noi cristiani celebrare le feste cristiane, invocare lo Spirito Santo, lasciarci trasformare da questa forza divina, significa ricostruirci ogni volta dal di dentro, rimettere insieme le macerie della nostra vita e ripartire con uno slancio nuovo.

Coraggio amici miei, cristiani! Il mondo ha bisogno di noi, del nostro cuore rinnovato, di un cuore che sa superare i propri egoismi e andare oltre le miserie degli altri per lasciar trionfare l’amore di Gesù, con la forza dello Spirito Santo.

Don Florindo

PRIME COMUNIONI 

In una splendida domenica di maggio si sono celebrate le prime comunioni anche nella nostra parrocchia. In 33 bambini si sono presentati davanti all’altare per ricevere Gesù nel loro cuore. Era tanta l’emozione dei bambini per questo mistero d’amore che si realizzava nel loro cuore, ma ancor più per le alcune mamme, agitate e preoccupate per il vestito e la cerimonia, più che se si trattasse del loro matrimonio. Un po’ di confusione e di chiacchiericcio finale per le solite fotografie, non ha tolto nulla alla bellezza del momento vissuto dai nostri bambini e dalle loro famiglie.

L’augurio è che continuino a frequentare la messa anche durante le vacanze e negli anni a seguire, a cominciare dai genitori stessi.

 S. CRESIME

Domenica 5 Giugno, alle ore 16,00,  44 ragazzi della nostra comunità, hanno ricevuto il Sacramento della Cresima, conferito loro da Monsignor Zanotti. La celebrazione, preparata con cura e attenzione da parte di tutti, si è svolta in modo composto e raccolto. I ragazzi hanno partecipato da veri protagonisti e hanno dimostrato di essere convinti di fare questo grande passo che li ha resi adulti agli occhi della Chiesa. Essi hanno animato gran parte della celebrazione; dalla lettura dell'atto penitenziale alla preghiera dei fedeli, alla presentazione dei simboli dell'offertorio, all'offertorio stesso, concludendo con una preghiera allo Spirito Santo come ringraziamento del grande dono ricevuto. Grazie all'aiuto della corale, che si è resa disponibile  nei giorni precedenti, per le prove con i cresimati, la celebrazione è stata accompagnata con musica e canti bellissimi, alcuni dei quali eseguiti completamente dai ragazzi stessi. Complimenti a loro e a tutti coloro che li hanno accompagnati in questi anni di iniziazione cristiana! Adesso ci attendiamo che i ragazzi, insieme alle loro famiglie, prendano coscienza di far parte di una comunità e vogliano continuare (e non concludere) un percorso di fede al seguito di Gesù nella comunità stessa. A tutti quanti auguriamo: Buona vita da veri cristiani e Buon cammino di fede!

MESE DI MAGGIO

 

Il mese di maggio dedicato a Maria SS. ci vede impegnati seriamente nella preghiera.

La statua della Madonnina di Ficarra lascia la sua casa per andare a trovare i propri figli nelle loro case e recitare il Santo Rosario ogni sera.

Io Rosetta seguo la Madonnina Celeste.

E’ un’esperienza meravigliosa perche’ Lei con la sua presenza vuole portare pace, amore gioia e amicizia anche se per un solo giorno nelle famiglie. Tutti dicono che quando La portano via il giorno dopo, lascia il vuoto, segno che dentro il loro cuore c’è un semino che sta mettendo le radici. Sono rimasta colpita come preparano gli altari e addobbi in particolare nel cortile di via Griona dove tutti hanno partecipato con abbellire i balconi con drappi bianchi ricamati e numerose persone.

La sera di domenica 29 si è celebrata una S.Messa a casa mia con la presenza di 130 persone.

Una grande gioia ed emozione ha suscitato in noi ed in Don Florindo la presenza di S.Ecc. Mons.Claudio Baggini vescovo Emerito che ha voluto dimostrarci quanto ci vuole bene e lasciarci un suo pensiero e la Sua santa benedizione. Era accompagnato dalle suore e Don Lorenzo.

Lo rigraziamo con tutto il cuore ed affetto e preghiamo la Mamma Celeste di darGli tanta salute e lunga vita.

Martedì la chiusura del mese di maggio e la riconsegna della statua di Maria SS.Annunziata nella chiesa “Madonna del Parto”. Ci ha colpito l’Omelia di Don Florindo che ha evidenziato tre momenti comuni: la visitazione di Maria a S. Elisabetta, la Statua della Madonna che per 30 giorni ha girato nelle famiglie  e trovarsi nella chiesetta della Madonnina del Parto. Tutto ciò ci deve fare riflettere

“Maria, mamma di Gesù e mamma nostra è l’unico mezzo per arrivare al cuore di Gesù e Lei vuole aiutarci tutti perche’ ci ama”.

  Evviva Maria e così sia.       Rosetta

 

FESTA ANCHE A BATTU’

Lunedì 23 maggio ore 24.00 circa

E’ mezzanotte ed è terminata da poco l’estrazione dei biglietti vincenti della “battumbola”, seduti su una panchina in mezzo al campo da basket ci mangiamo lentamente un gustoso gelato guardandoci in faccia.  Come? Chiii?  Ah già scusate, dimenticavo …,  io,  il don ed altri sei o sette “…sognatori”, insomma quel che resta dello staff di battuinfesta… dicevo che ci guardiamo in faccia anche se faccia è una parola grossa, sono infatti facce direi felicemente stravolte. Si avete capito bene, facce “felicemente stravolte”, stravolte dalla stanchezza, dalla fatica, dalle ore di sonno perse, dalla tensione che finalmente se ne era andata, ma felici, felici perché era andato tutto bene, perché tanta è stata la partecipazione, e tanti ci hanno fatto capire di essere contenti,  tanti sono venuti a fare festa con noi. Fare festa? Ma comeee? Facciamo festa nonostante la crisi e tutto quello che succede? Facciamo festa anche se non abbiamo soldi e li buttiamo così? Invece di… si potrebbe… ecc.ecc…ecc… La risposta è SI!

FACCIAMO FESTA! SAPPIAMO ANCORA FARE FESTA!  In ogni famiglia in più occasioni si fa festa, per una nascita, un battesimo, una comunione o una cresima, una promozione, un matrimonio….. una comunità che non fa festa non è una comunità, è destinata a morire.  In questo mondo dove non conosciamo il nostro vicino di casa o chi abita sul nostro pianerottolo, dove guai a chi ci pesta un piede altrimenti gli facciamo causa, dove ce ne stiamo rintanati in casa e con un click giriamo il mondo, fare festa ha ancora un senso soprattutto per una comunità che si fa chiamare cristiana. Fare festa vuol dire…. gridare a tutti che ci siamo, che ci guardiamo in faccia, che ci chiamiamo per nome che sappiamo lavorare fianco a fianco mettendo in comune il tempo, le capacità, le doti di ciascuno di noi per prestare attenzione a tutti, lo facciamo per i nostri bimbi, per i nostri giovani ed i meno giovani e per le nostre famiglie, guardando sempre in Alto per non perdere il sentiero, la giusta via che la nostra comunità guidata dal nostro parroco deve percorrere insieme. Questo vuol dire per noi “sognatori” saper fare festa; e in conclusione di queste brevi righe un’ultima cosa; GRAZIE, GRAZIE prima di tutto al nostro parroco don Florindo che è stato il primo promotore, nel mese di gennaio, della festa; e poi grazie alle tantissime persone che hanno portato materiale in oratorio per allestire il banco di beneficenza, quest’anno sono state tante così come tante sono state le persone che sono venute nei 6 giorni a fare festa con noi, e ancora... grazie a chi ha detto “io ci sono”, a chi ha detto “ posso darvi una mano?”  a chi non ha aspettato di sentirsi chiamare, a chi era “presente” in quei giorni, e… grazie a chi ha deciso di far parte di questa squadra di “sognatori”. 

                                                           Virginio

 

ANAGRAFE PARROCCHIALE

 

Battesimi: Legista Matilde, figlia di Francesco e di Marjina Lidia, nata 1/10/2010 e battezzata l’8/05/2011. Naliato Andrea Paolo, figlio di Dario e di Marini Paola, nato il 19/03/2011 e battezzato l’8/05/2011. Colombani Elisa figlia di Marco e di Scolletta Francesca, nata il 12/10/2010 e battezzata il 22/05/2011.

Funerali: Fanfaroni Ercole di anni88, vedovo di Beccaria Giuseppa, deceduto il 05/05/2011. Cucco Mario di anni 69, coniugato con Moschino Antonietta e deceduto il 24/ 05/2011.

 

OFFERTE DI MAGGIO

 

In memoria di Butte’ paolina €. 40. Per funerale di Zuccolo Irma €.75. In memoria di Agnese €.10. per il funerale di fanfaroni Ercole €.75 e di Arancio Margherita €. 100.In memoria di Maria €.10. Per battesimo di legista Matilde €.50, di Naliato Andrea Paolo €.50. In memoria di Jolanda €. 10. Per vendita rose per festa della mamma €. 490,50. In memoria di Giuseppe e Santa €. 10. In memoria di fam. Carpi €.20. Offerte prima comunione €. 445. In memoria di Giampaolo Dino e Maria €.10. In memoria di Clerice e Morgan €.10. In memoria di Lucia e Giuseppe €.10. In memoria di Gattignolo Francesco €.10. Per battesimo di Colombani Elisa €.50. N.N. €.20 per anniversario di matrimonio. Angelo e Angela €.20 per anniversario di matrimonio. In memoria di Rocco e Rosina €.40. N. N. €.300. In memoria di Chiesa Aldo €.10. Per funerale di Cucco Aldo €. 75. N. N. €. 20.

HO TERMINATO LA BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE DOVE LE HO TROVATE A CASA . CHI NON L’AVESSE RICEVUTA E LO DESIDERASSE AVVISI IL PARROCO.

 

 

 

contatti: info@parrocchiabattu.org