Parrocchia di Gesù Divin Lavoratore
Via Bolivia 15
27029 Vigevano (Pv)
Tel. 0381 311650

LA PAROLA DEL PARROCO (torna all'indice)

AURORA NOVEMBRE 2010

UNO SGUARDO CHE VA OLTRE

In questi giorni di Novembre, l’anno liturgico stà ormai volgendo al termine e le ultime domeniche conducono il nostro sguardo oltre questa vita: al cielo, alla vita eterna, ad attendere la venuta di Gesù.

La domanda “che cosa ci attende dopo questa vita”, è sempre di attualità.

Noi cristiani attendiamo il compimento della redenzione con la seconda venuta del Signore, quando inaugurerà cielo e terra nuovi, ci libererà dal male e dalle sue conseguenze: il dolore e la morte. Allora anche i nostri corpi risorgeranno.

L’attesa è dunque il ritorno del Signore e la risurrezione di ogni uomo.

La Chiesa ci educa all’attesa perché non ci perdiamo in cose vane, che sono di un momento e vengono meno. La Chiesa educa a spingere oltre il proprio sguardo e invita a non appesantirsi con vani fardelli, ma a liberare il cuore dalle cose materiali, per tendere a Dio.

Dal giorno in cui Gesù si e sottratto agli occhi dei suoi discepoli, lui è il desiderato e l’atteso. Verrà come un re a giudicare l’umanità e il giudizio sarà dato dalla croce: con quella Gesù ci salva, aggrappandoci a quella noi ci salviamo.

 

L’AVVENTO

 Incomincia l’Avvento e ancora una volta ci mettiamo in attesa del più grande evento di tutti i tempi: l’incarnazione del Figlio di Dio.

Questo tempo è caratterizzato dall’attesa. Noi cristiani, dopo duemila anni dalla nascita di Gesù, ci mettiamo ancora in attesa della sua venuta, perché ci rendiamo conto che, sia noi che il mondo, dobbiamo ancora cambiare per essere come ci ha pensato e ci vuole.

Dobbiamo attendere la venuta di Gesù da svegli, nella vigilanza, come chi è in attesa di un amico, di un evento straordinario, a lungo desiderato. E’ normale non dormire, sentire l’ansia di ciò che ci aspetta.

L’avvento ci invita ad attendere, ma non ne siamo più capaci. Siamo impazienti: se desideriamo qualcosa lo vogliamo subito. Non si è più capaci di attendere perchè  si ha tutto ciò che si può desiderare, si è sazi, si hanno le mani piene. C’è chi non attende perché ha perso la speranza ed è nella delusione. Altri non attendono più nulla perché si sono adattati ad una vita senza slanci, smorta, spenta e vivono come coloro che non hanno fede e non sperano più nulla.

Il tempo di Avvento ci invita a metterci in cammino, un cammino spirituale, quello della nostra vita interiore, per disporci ad accogliere il ritorno del Signore Gesù. Questo Dio che si fa uomo, che viene a cercarci, che vorrà mai, cosa ci porterà? 

ESSERE MINISTRANTE

Nello svolgimento delle pratiche liturgiche della Chiesa ci sono molti ministeri, tra cui quello del ministrante, cioè il servizio svolto all’altare. Questi ministeri laicali sono fondati sui sacramenti dell’iniziazione cristiana e in particolare sul battesimo. In forza del battesimo il fedele laico, uomo o donna che sia, può essere chiamato a svolgere tutti questi ministeri che non sono legati al sacerdozio ministeriale, ma al suo battesimo.

Il servizio del ministrante in particolare inizia il fanciullo e la fanciulla a vivere il sacramento del battesimo nel servizio all’altare e all’eucaristia.

E’ importante che questi ragazzi compiano bene il loro ministero, in modo che attraverso il loro ministero siano introdotti a comprendere il mistero che si celebra e lo vivano nella loro vita quotidiana.

Speriamo che tanti genitori incoraggino i loro figli a svolgere questo servizio per la loro crescita nella fede e per la comunità. 

 

NUOVO RISCALDAMENTO PER LA CHIESA

 Cari Parrocchiani, 

Come avrete constatato dai lavori in corso, stiamo realizzando il nuovo impianto di riscaldamento della chiesa, in quanto l’impianto preesistente era ormai obsoleto e poco efficace.

 Tra i vari preventivi abbiamo cercato di scegliere quello con il rendimento migliore, anche se più costoso. Salvo imprevisti il costo complessivo dovrebbe ammontare a circa 66.000 euro, che non è un debito di poco conto per la nostra parrocchia!

Per far fronte a tale spesa abbiamo fatto ricorso ad un finanziamento bancario della durata di anni cinque. 

Ho iniziato quest’opera con l’animo sereno, perché ho sempre constatato la vostra grande generosità in ogni necessità della parrocchia. Un’opera necessaria e per il bene di tutti.

Le difficoltà delle famiglie sono sotto gli occhi di tutti, pertanto ciascuno dà quello che può, senza sentirsi obbligato da nessuno. Ricordiamoci soltanto che ciò che doniamo alla Chiesa di Gesù, viene dato per la gloria del Signore che sicuramente non mancherà a tempo debito di dare a ciascuno la propria ricompensa.  

Concretamente, per far fronte a questo debito, abbiamo pensato di distribuire delle buste una volta al mese ( esclusi luglio e agosto), per il periodo di due anni . Queste buste distribuite, all’inizio di ogni mese, verranno poi raccolte la domenica successiva. Ogni mese verrà dato il resoconto di quanto raccolto. Nella busta i benefattori potranno indicare il proprio nominativo, oppure rimanere anonimi.

Se lo riterranno opportuno, potranno destinare l’offerta ad una intenzione particolare: ad esempio in memoria/ricordo di un defunto, di una nascita, di una ricorrenza di matrimonio, ecc:

Al termine dei due anni verrà posata una lapide (troveremo in seguito il luogo migliore) per ricordare ai posteri che l’impianto di riscaldamento è stato realizzato grazie alla generose offerte dei parrocchiani.

In proposito verrà stilata anche una pergamena, nella quale saranno indicati i nominativi di tutti i benefattori, che sarà poi murata con la lapide.

Già da ora ringrazio di vero cuore tutte le persone che vorranno aderire a questa iniziativa, assicurando a tutte la mia costante preghiera, nella certezza che il Signore non mancherà di elargire la sua protezione su ogni famiglia. 

Grazie a Tutti sentitamente!

                                               Don Florindo

 

ANAGRAFE PARROCCHIALE

 

BATTESIMI: Catozzo Nicolò, figlio di Paolo e Castagna Paola, nato a Vigevano il 27/06/2010 e battezzato il 03/10/2010. Bortesi Lorenzo, figlio di Gilberto e D’Angelo Chiara, nato a Vigevano il 04/06/2010 e battezzato il 03/10/2010. Bonetto Davide, figlio di Flavio e di Roda Raffaella, nato a Vigevano il 12/08/2010 e battezzato il 03/10/2010, Travaglino matteo, figlio di Marzio e Temporin Romina, nato a Vigevano il 27/10/2010 e battezzato il 03/10/2010. Palmeri Gabriele, figlio di Filippo e di Bonvento Laura, nato a Vigevano il 10/04/2010 e battezzato il 03/10/20101.

FUNERALI: Cirigliano Rocco, di anni 78, coniugato con Gianneri Maria, deceduto il 07/10/2010. Gatti Ferdinando di anni 93, deceduto il 19/10/2010. Bonfilio Regina di anni 77, coniugata con Bongiorno Pasqaule, deceduta il 23/10/2010. Baldo Gina di anni 66, coniugata con D’Angelo Salvatore, deceduta il 29/10/2010.

 

OFFERTE DI OTTOBRE

 

In memoria di Palmina €.40. N. N. €.40. Per i battesimi €.225. Dalla vendita delle torte €.585. Fam . Pazzi per il riscaldamento €.50. In memoria di Carmela €.10. In onore di Padre Pio €.20. Per funerale di Cirigliano Rocco €.50. In memoria di Maria €.10. In memoria di Giuseppe €.10. In memoria di Gaggianesi M. Pia €.40. In memoria di zappalà Sara €.10. In memoria di Armida e ida €.30. In memoria di Lina e Ludovico €.10. In memoria di Giolo Zefferino €.10. In memoria di Lucia €.10. In memoria di Francesca e Lina €.10. In memoria di Francesco e Pierina €.10. In memoria di Siviero ed Elisa €. 10. Dalla vendita delle torte di S. Crispino €.450. Pranzo autunnale €.150. In memoria di Piciotti Maria €.20. Per funerale di Bonfilio Regina €.50. In memoria di Piccolino Franco €.20. per funerale di Baldo Gina €.50. In memoria di Rosario e Giorgina €.10.

RINNOVIAMO L’ABBONAMENTO:

AURORA       €. 15,00

ARALDO       €. 40,00

Sul bollettino mensile Aurora si possono mettere foto e notizie che vogliamo rendere noto alla comunità. E’ un modo per far partecipi anche gli altri della nostra vita, soprattutto dei momenti belli


 

 

 

contatti: info@parrocchiabattu.org