Parrocchia di Gesù Divin Lavoratore
Via Bolivia 15
27029 Vigevano (Pv)
Tel. 0381 311650

LA PAROLA DEL PARROCO (torna all'indice)

AURORA NOVEMBRE 2011

IL TEMPO LITURGICO DELL’AVVENTO

Ogni anno, puntuale, si presenta il tempo liturgico dell’Avvento: è un dono di Dio che sceglie questi momenti liturgici per stare con noi. Dio si manifesta e si dona a noi nella gratuità in questo tempo che ci conduce a contemplare nel Natale, il mistero di Dio con noi.

C’è sempre bisogno di qualcuno che ci aiuti a vincere la stanchezza e l’abitudine e ci stimoli a vivere con più consapevolezza questo tempo di Avvento e di Natale.

Oggi l’Avvento ha una doppia caratteristica: è tempo di preparazione alla solennità del Natale, in cui si celebra la prima venuta del Figlio di Dio tra gli uomini e contemporaneamente è il tempo in cui lo spirito guida all’attesa della seconda venuta di Cristo.

Le letture della domenica aiutano a vivere questo duplice aspetto: la prima domenica orienta verso la venuta finale di Cristo (vigilanza); la seconda e la terza richiamano l’attenzione alla venuta quotidiana del Signore (conversione e testimonianza); la quarta prepara alla natività di Gesù (annuncio della nascita di Gesù).

La celebrazione eucaristica deve essere il culmine e la fonte della vita della nostra comunità cristiana e nell’eucaristia siamo invitati a rinnovare il nostro incontro settimanale con Cristo, in attesa di poterlo incontrare il giorno della parusia finale.

 

FESTA DI MARIA IMMACOLATA

 La solennità dell’Immacolata Concezione di Maria ci apre alla contemplazione di un Dio straordinario che non cerca sulla terra esecutori, ma collaboratori, un Dio che ripone la fiducia negli uomini e così si rivolge all’umile e semplice giovane di Nazaret e instaura con lei un rapporto di libertà e di amore. Un Dio straripante di grazia, che riversa sulle creature tutta la sua benevolenza, assicura la sua protezione e la sua vicinanza

Nel racconto dell’Annunciazione si contempla l’amore di Dio che non si lascia disarmare dalla disobbedienza e dalla ribellione dell’uomo, ma porta a compimento il progetto di vita già presente nella creazione: “In lui ci ha scelti prima della creazione del mondo, per essere santi e immacolati al suo cospetto nella carità …” (Ef. 1,4).

La domanda di Maria “Com’è possibile?” è la domanda di ogni credente che viene interpellato da Dio per collaborare con Lui. E’ la domanda dell’uomo che di fronte alle cose che ritiene impossibili o inspiegabili si domanda “come è possibile?” e la risposta che gli viene da Dio è “lascia fare a Dio, la sua forza creatrice opererà nella tua vita e farai cose straordinarie, impossibili con le tue sole forze, ma non per Dio”.

In questo tempo di Avvento, Maria è simbolo della piena disponibilità e totale accettazione di un evento che è stato scritto per noi, ma non da noi e chi non lo accoglie rischia di trovarsi fuori da questa storia e cioè dall’amore di Dio.

 

8 DICEMBRE: Festa di M.V. IMMACOLATA

Al pomeriggio ci sarà la consueta festa per gli ammalati, patrocinata dall’ Associazione Oftal.

Alle ore 15,00 S. Rosario, S. Messa con benedizione degli ammalati e a seguire rinfresco per tutti.

 

CENTRI DI ASCOLTO: Nel tempo di Avvento riprenderanno i Centri di ascolto lunedi 28 novembre e lunedi 5 dicembre presso le famiglie ospitanti e lunedi 12 dicembre in parrocchia alle ore 21,00.

 

Per il NATALE del 2011 vorremmo coinvolgere anche i bambini e le loro famiglie. Il come vi verrà comunicato a catechismo. Vorremmo conoscere la vostra disponibilità per poterci organizzare. Le catechiste aspettano!

 

ANAGRAFE PARROCCHIALE

 Battesimi: Manetto Beatrice, figlia di Francesco e di Pasotti Laura, nata l’8/05/2011 e battezzata il 1/10/2011.  Conte Linda, figlia di Fabio e Guglielmone Angela,  nata il 14/04/2011 e battezzata il 1/10/2011. Modetti Francesco, figlio di Salvatore e di Ferrari Valentina, nato il 14/03/2011 e battezzato l 2/10/2011. Ciccarese Giacomo, figlio di Federico e di Pallanza Serena, nato il 03/05/2011 e battezzato l’8/10/2011. Ceffa Francesca, figlia di Andrea e di Pazzaglia Barbara, nata il 12/07/2011 e battezzata il 30/10/2011.

Funerali: Milan Natalina di anni 87, vedova di Maestri Giuseppe e deceduta l’8/10/2011. Turati Gino di anni 76, coniugato con Vitulo Anna Maria, deceduto il 18/10/2011. Montalbo Domenico di anni 63, coniugato con Marini Maria Giovanna, deceduto il 25/10/2011.

 

OFFERTE DI OTTOBRE

N.N.€.40. Per battesimo di Conte linda €.50, di Manetto Beatrice €.20, di Modetti Francesco €.20. In memoria di Salvadeo Roberto e Maria €.40. In memoria di Longo Enrico e Margherita €.10. Per battesimo di Cicarrese Giacomo €.30. Per cero S. S. €.30. Per funerale di Milan Natalina €.80. In memoria di Antonio e Addolorata €.10. In memoria di Armida e Ida e.40. In memoria di Gaggianese M. Pia €.40. In memoria di Lucia e Giuseppe €.10. In memoria di zappala sara e.10. In memoria di Lina e Francesca €.10. Pranzo Ottobre €.226. In memoria di fam. Miorini €.30. Per funerale di Montalbo Domenico €.75. In memoria di Puma Salvatore €.10, di Milan natalina €.10. In memoria di Azzarelli Rosario e Giorgina €.20.

 

PRENOTAZIONE S. MESSE PER I VIVI E PER I DEFUNTI: è disponibile il nuovo calendario.

Per l’abbonamento all’Aurora passeranno i soliti incaricati. Segnalate eventuali anomalie postali.

 

NOTIZIE DALL’ORATORIO

Il salone dell’oratorio è ora agibile in tutta la sua ampiezza e lunghezza. Si tratta ora di dare una bella tinteggiata alle pareti. Cosa che faremo in primavera con l’aiuto, si spera, di tanti volontari giovani e uomini. Intanto possiamo cominciare a pensare come sfruttarlo e a mettere in piedi qualcosa di bello. Penso al Giovannino d’oro, al carnevale e poi lascio a voi immaginare il resto.

 

…E L’OTTAVO PALIO ARRIVA A BATTU’!

 

                     

Era una domenica soleggiata di ottobre. L’agitazione aveva cominciato a farsi sentire già in mattinata: tutto era pronto… o quasi. I giocatori si allenavano da settembre: un impegno preso seriamente perché il nostro “coach” ci ha creduto fin dall’inizio. I ragazzi avevano preparato striscioni e dipinto bottiglie per rallegrare la tifoseria. I vestiti per la sfilata, lavati e stirati, aspettavano solo di essere indossati. E così, dalle 9 del mattino, ognuno ha fatto la sua parte. Chi pettinava, chi riordinava, chi aiutava a vestire i figuranti e, per le 14, tutto era finalmente pronto. “Ci troviamo sul sagrato del Duomo.”       Ed eravamo tutti lì: i figuranti, i giocatori e la tifoseria. Pian piano gli spalti della nostra contrada si riempivano di colori: bottiglie giallo- blu per l’occasione, fischietti e bandiere per incitare i giocatori.

È il momento del primo gioco, il melo cotogno, tocca ad Andrea, il caro “Masso”, puntare al cestino più alto lanciando le fettucce. Dalla tifoseria contiamo e controlliamo… arriva il verdetto…siamo quarti!

Secondo gioco, la carriola. Luca e Teo sono agitati, noi incrociamo le dita, e teniamo il fiato sospeso tra un “Corri Luca!” e un “Corri Teo!”-  finché il tempo impiegato ci sorprende. Terzi! Bravi ragazzi! Avete sorpreso anche il nostro coach!

Poi è il turno di Micky, la più piccola tra i giocatori. Lei, che si è allenata tutti giorni. Lei che, con la sua determinazione, non si è mai lamentata, anzi correva, correva sempre, anche quando era stravolta. Il gioco del cerchio le ha dato ragione. L’ha premiata per l’impegno e la grinta. Agitatissima all’inizio, con lo sguardo fisso nel vuoto, ha accompagnato il suo cerchio dall’inizio alla fine, senza mai perderlo di vista. Prima! E il jolly puntato su di lei ha fatto il resto. La tifoseria esplode in un boato di gioia! Un pensiero comincia ad affacciarsi nella nostra mente, ma manca ancora l’ultimo gioco….

Ci siamo. La torre da ricostruire è lì, davanti a Teo e Antonio. Ragazzi, il palio è nelle vostre mani! E voi lo sapete. La parola d’ordine è correre. E così è stato. Le loro falcate, la loro fatica e qualche smorfia durante il gioco hanno pagato. Siamo primi!

Quando ormai il sole è sceso sull’orizzonte, arriva la classifica finale: al primo posto la Contrada dei Santi Crispino e Crispiniano… e per noi tutti, figuranti, giocatori e tifoseria è festa grande! Abbiamo vinto l’OTTAVO PALIO!!!!!

Una scia di GIALLO- BLU attraversa la Piazza Ducale, diretta in Strada Sotterranea dove era allestita la nostra corporazione e da lì tutti in auto, con le bandiere fuori dai finestrini e i clacson impazziti fino all’arrivo a Battù.

Grazie a tutti quelli che hanno partecipato, collaborato e condiviso questa esperienza. Una bella squadra. Un ottimo lavoro di gruppo. E come sempre FORZA GIALLO BLU!!!!

Una contradaiola

 

 

 

contatti: info@parrocchiabattu.org