Parrocchia di Gesù Divin Lavoratore
Via Bolivia 15
27029 Vigevano (Pv)
Tel. 0381 311650

LA PAROLA DEL PARROCO (torna all'indice)

OTTOBRE MESE DEL ROSARIO

Il caro papa Giovanni Paolo II, nell’80° anniversario delle apparizioni di Fatima, invitava i pastori delle chiese a recitare e insegnare a recitare il rosario nelle loro comunità cristiane. Ritornare alla recita quotidiana del rosario significa accogliere Maria come Madre nella propria casa e aprirsi a lei in un dolce colloquio di figli. Significa trovare quell’aiuto necessario per il fedele adempimento dei doveri umani e cristiani propri della condizione di ognuno.
Benedetto XVI° , parlando agli Apostoli del Rosario nel santuario di Pompei, definisce il rosario scuola di contemplazione e di silenzio, un mezzo spirituale prezioso per crescere nell’intimità con Gesù e per imparare, alla scuola della Vergine Santa, a compiere sempre la divina volontà. A prima vista sembra una preghiera che accumula parole, quindi difficilmente conciliabile con il silenzio che viene giustamente raccomandato per la meditazione e la contemplazione. In realtà questa cadenzata ripetizione dell’Ave Maria non turba il silenzio interiore, anzi lo richiede e lo alimenta. Il silenzio affiora attraverso le parole e le frasi, non come un vuoto, ma come una presenza di senso ultimo che trascende le parole stesse e insieme con esse parla al cuore. Così recitando la Ave Maria occorre fare attenzione a che le nostre voci non coprano quella di Dio, il quale parla sempre attraverso il silenzio, come il sussurro di una brezza leggera. Quanto è importante curare questo silenzio pieno di Dio sia nella recita personale che in quella comunitaria. Il silenzio interiore è fondamentale per poter ascoltare e contemplare il mistero di Dio.

Don Florindo

OTTOBRE MESE MISSIONARIO.

Essendo ottobre anche il mese missionario per eccellenza, è importante ricordare la dimensione apostolica della preghiera e soprattutto del rosario. Quando preghiamo dobbiamo tenere presente le necessità del mondo: che il vangelo raggiunga tutti i popoli, che la pace e la giustizia siano un patrimonio per tutti i popoli, che siano intraprese opere di promozione sociale e umana presso le popolazioni più sfortunate.

Il Rosario è una devozione tutta divina, una sorgente di grazie, un rimedio a mille mali, una catena che unisce la terra al cielo, un arcobaleno di pace che il Signore nella sua misericordia, ha tracciato nel firmamento della sua Chiesa, e un’ancora di salvezza per tutti i cristiani” S. Teresa d’Avila.


 

Anno sacerdotale

L’UOMO CONTESO TRA DIO E IL MONDO

Il sacerdote è l’uomo conteso tra Dio e il mondo, tra una vocazione verticale di offerta di sé a Dio in Cristo e per mezzo di Cristo e una vocazione “orizzontale” di evangelizzazione degli uomini. Egli è posto tra due richiami: quello di Dio che lo mette in disparte e lo vuole tutto per se e quello del mondo che esige di essere compreso, avvicinato, amato, per essere salvato. La sintesi di queste attrazioni, complementari ma differenti, insite in ogni vita sacerdotale, è sempre stata difficile, ma lo è molto di più in questa epoca in cui le realtà temporali hanno tanto peso e gli uomini, con le loro accresciute esigenze ci danno tanta angoscia”. Card. Giovanni Colombo. 

Io non chiedo al sacerdote che di darmi DIO” Francois Mauriac.

 

ANNO CATECHISTICO

Cari genitori, è iniziato l’anno catechistico e ancora una volta bussiamo alle porte della vostra casa e del vostro cuore per farvi una proposta: Gesù.

Questa proposta riguarda i vostri figli, ma anche tutti voi, perché tutti dobbiamo imparare a conoscerlo e ad amarlo sempre di più, per cercare insieme il senso della nostra vita.

Solo facendo entrare Gesù nel nostro cuore impareremo a conoscere il suo volto d’amore e trovare consolazione contemplandolo. 

Vi accompagna l’augurio di Benedetto XVI°:

Dico semplicemente ai genitori: il Papa vi ringrazia perché avete dato la vita, perché volete aiutare questa vita a crescere e volete così costruire un mondo umana, contribuendo ad un futuro umano. E lo fate non dando solo la vita biologica, ma comunicando il centro della vita, facendo conoscere Gesù, introducendo i vostri bambini alla conoscenza di Gesù. Questo è il fondamento di ogni catechesi. Quindi bisogna ringraziare i genitori soprattutto perché hanno avuto il coraggio di dare la vita. E bisogna pregare per i genitori perché completino questo loro dare la vita dando l’amicizia con Gesù”.

Catechismo: tutte le classi (dalla 1 elementare alla 1 media) alla domenica, dalle ore 9,45 alle 11. Segue la S. Messa in chiesa.

 MESSE DI SUFFRAGIO: per chi si prega?

 Desidererei sapere qual è la finalità delle messe celebrate in suffragio dei defunti. Quando in una messa il sacerdote ricorda espressamente i nomi di più defunti, la messa va a beneficio di tutti o del primo nominato?

Il suffragio, cioè la preghiera per i defunti, è antico quanto la Chiesa. Il culto dei morti, del resto, è presente sia pure con forme diverse, anche presso i popoli precristiani. Nella Roma antica, per esempio, esisteva il refrigerium, cioè un pasto funebre così chiamato perché l’anima del defunto trovasse rinfresco, sollievo nei suoi eventuali desideri. Questo uso opportunamente modificato, entrò a partire dal III° secolo anche nelle onoranze funebri cristiane. Lo scopo del pasto però non era più quello di nutrire il defunto nel suo viaggio d’oltretomba, ma di affermare una continuità di comunione mistica con il defunto e di esprimere la partecipazione al banchetto celeste, cui il defunto è già arrivato. Per questo, lentamente, all’uso del refrigerium subentrò la celebrazione eucaristica. La Messa è infatti la forma più alta e più completa di preghiera. Di qui l’usanza di celebrare il funerale all’interno dell’Eucaristia e di chiedere ai sacerdoti le Messe di suffragio.

La preghiera infatti è particolarmente gradita a Dio ed è l’autentico “refrigerium” per le anime dei nostri cari. Come dice il catechismo della Chiesa Cattolica, “la nostra preghiera per loro può non solo aiutarli, ma anche rendere efficace la loro intercessione in nostro favore”.

In tutte le messe si prega per tutti i defunti e in particolare per coloro espressamente raccomandati al sacerdote dai fedeli. La Messa, ovviamente vale per tutti coloro che vengono nominati.

 ANAGRAFE PARROCCHIALE

 Battesimi: Alberti Ludovica, figlia di Alessandro e di Pignatti Laura, nata l’8/04/2009 e battezzata il 20/09/2009. Palmeri Martina, figlia di Filippo e di Bonvento Laura, nata il 04/11/2008 e battezzata il 20/09/2009. Licata Matteo, figlio di Stefano e di Sambinello Giada, nato il 07/07/2009 e battezzato il 20/09/2009. Muntoni Serena, figlia di Luciano e di Melis Valeria, nata il 02/04/2009 e battezzata il 20/09/2009. Bongiovanni Asia, figlia di Michele e di Pellegrino Monica, nata il 21/04/2009 e battezzata il 20/09/2009. Biraghi Sara, figlia di Omar e di Carbone Antonella, nata il 11/05/2009 e battezzata il 20/09/2009.

Funerali: Mancin Maria, vedova di Zanellati Dino, di anni 81, deceduta il 31 agosto. Bergamin Francesca, vedova di Ballarin Antenore, di anni77, deceduta il 25 settembre. Penengo Mirella, vedova di Moscato Peppino, di anni 65, deceduta il 28 settembre. 

OFFERTE DI SETTEMBRE 

Per il funerale di Mancin Maria €. 75. N.N. €. 20.  In memoria di Baruto Mario €.10. In memoria di Maria e Antonia €.20. In memoria di Barbara €.20. In memoria di Severino Rosa e Santo €. 10. In memoria di Gazo e Debernardi €.10. In memoria di Milan Sergio €.10. In memoria di Natalina e Graziella €. 10.In memoria di Lucia e Giuseppe €. 10. In Memoria di Vettorello Anna €.20. Per i battesimi €.90. In memoria di Sofia €. 10. Fam. Gatti €.50. In memoria di Luigi e Pasqualino €.40. In memoria di Boffno Luigi €.40. In memoria di Bricco Giovanna €.10. N.N. in memoria di Raina Enrico €.20. In memoria di Bergamini Francesca €.50. In memoria di Penengo Mirella €.40.

Grazie a tutti i generosi offerenti.     

MOMENTI DI VITA PARROCCHIALE

 Il Gruppo chierichetti a Gardaland

 

Grigliata degli animatori

 

 

 

 

 

 

 

I genitori di Galantucci Matteo ringraziano

   il  Signore per il dono di loro figlio.

 

 

 

 

 

 

DOMENICA 18 OTTOBRE

Gita: Valtrompia-Lago Iseo-Franciacorta

 

DOMENICA 18 OTTOBRE

FESTA DELLA FAMIGLIA

Per bambini e genitori

Comunicare la partecipazione

 

contatti: info@parrocchiabattu.org