Parrocchia di Gesù Divin Lavoratore
Via Bolivia 15
27029 Vigevano (Pv)
Tel. 0381 311650

LA PAROLA DEL PARROCO (torna all'indice)

AURORA SETTEMBRE 2009

LA PAROLA DEL PARROCO

VENITE A MANGIARE

“Venite a mangiare” è il titolo del programma pastorale di quest’anno. E’ l’invito che Gesù ha rivolto hai suoi apostoli e che rivolge anche a noi per aiutarci ad abitare con speranza il nostro tempo.
E’ Gesù stesso che ha preparato questo pasto insolito sulle rive del lago di Tiberiade. Gesù risorto vuole nutrire i suoi discepoli di fede e di speranza, mangiando e condividendo con loro il cibo. Ma chiede anche a loro di portare qualcosa, un po’ del pesce appena pescato. Da una parte il dono di Gesù e dall’altra la risposta personale dei discepoli. E’ questo quello che Gesù chiede ad ogni credente e soprattutto alla sua Chiesa: riconoscere Lui come il Risorto, il Signore della vita, accogliere il dono della sua vita, offerto sulla mensa eucaristica e unire a questo dono il frutto del nostro lavoro, là dove Egli ci ha ordinato di gettare la rete.
Gli apostoli ritrovandosi con Gesù sulla spiaggia e mangiando con Lui vengono confermati nella fede in Gesù Risorto. Anche noi ritrovandoci nella celebrazione eucaristica della domenica confermiamo la nostra fede in Cristo Risorto, figlio di Dio e testimoniamo di credere nella vita eterna e nella salvezza finale.
Carissimi parrocchiani, l’Eucaristia celebrata alla domenica, Giorno del Signore, ci invita a trasformare il tempo libero in tempo di festa. La società di oggi tende a trasformare il giorno di festa, che è giorno di riposo, in tempo libero e quindi tempo di consumo. E’ la cultura dell’efficienza, del produrre e del guadagnare che rende schiavi gli uomini, mentre il giorno di riposo, inteso in senso biblico è giorno di festa, di rendimento di grazie, di gioia. La comunità cristiana, alla domenica, si trova in chiesa ad ascoltare le parole di Gesù, attorno alla mensa per condividere i doni che Lui ha preparato per noi, per ringraziare il Padre del suo amore e della sua misericordia e per confermare la nostra volontà di essere testimoni della fede nei nostri ambiti di vita.
Non possiamo dire di non aver tempo per la preghiera, per la partecipazione all’Eucaristia, per consolidare le relazioni in famiglia. E’ importante riscoprire la bellezza di stare insieme in parrocchia, vivendo momenti di vera fraternità e di amicizia, magari rinunciando a qualche ora di supermercato e di consumismo. Riusciremo ad evadere dalla quotidianità, che a volte ci opprime, recuperando la capacità e la voglia di relazione con le altre persone, ma soprattutto con Gesù che ci aspetta sempre nell’Eucaristia.

Don Florindo
 

ANNO SACERDOTALE
Battezzati e ministri
C’è un sacerdozio battesimale che appartiene a tutti i battezzati e un sacerdozio ministeriale che è dei ministri consacrati. Sia l’uno che l’altro devono andare insieme. IL sacerdozio battesimale stà alla base del nostro essere cristiani e impegna tutti i cristiani ad offrire la propria vita in unione con l’offerta di Cristo. Il sacerdozio ministeriale è un dono di Cristo alla Chiesa perché il ministro consacrato eserciti quella carità pastorale che gli deriva dal suo ministero. Carità pastorale che si esplica sia nel suo servizio presso l’altare, che nella sua attività quotidiana a vantaggio dei fedeli.
Sacerdozio battesimale e sacerdozio ministeriale devono essere uniti nella vita del sacerdote.
Uomo di dio e uomo della comunità
Il sacerdote è l’uomo di Dio, è il ministro del Signore; egli può compiere atti trascendenti l’efficacia naturale, perché agisce in persona Christi,passa attraverso di lui una virtù superiore, della quale egli, umile e glorioso, in dati momenti è fatto valido strumento; è veicolo dello Spirito Santo.
Questo dono il sacerdote non lo riceve per sé, ma per gli altri: la dimensione sacra è tutta quanta ordinata alla dimensione apostolica, cioè alla missione e al ministero sacerdotale. Il sacerdote è uomo che vive non per sé, ma per gli altri. E’ l’uomo della comunità.
Il servizio che egli rende alla società, a quella ecclesiale specialmente, giustifica ampiamente l’esistenza del sacerdozio. Il mondo ne ha bisogno. La Chiesa ne ha bisogno.
Paolo VI

ROSARIO IN FAMIGLIA

Accogliendo l’invito del vescovo ad incoraggiare la preghiera in famiglia, si propone alle famiglie della parrocchia il “Rosario in famiglia” da recitare tutti i giorni o almeno una volta alla settimana. Quelle famiglie che vorranno partecipare alla catena familiare del rosario dovranno comunicare il proprio indirizzo ai responsabili parrocchiali dell’iniziativa e così potranno ricevere la lettera di famiglia che verrà loro inviata ogni mese.
Oltre ad una intenzione di preghiera mensile suggerita dall’ufficio per la pastorale familiare, se ne potrà proporre una in accordo con il parroco.

IL GRIS diocesano informa

Di frequente veniamo a conoscenza di alcuni scritti anonimi trovati nelle cassette della posta da alcune persone che, spaventate del messaggio contenuto nella lettera, si rivolgono a noi per avere informazioni a riguardo.
Il GRIS diocesano (Gruppo ricerca informazione socioreligiose) è a conoscenza da tempo dell’esistenza di piccoli gruppi pseudo religiosi che agiscono nell’anonimato.
Non allarmatevi quando ricevete tali lettere, non agitatevi nel leggere che bisogna attenersi a quanto scritto per non incorrere in disgrazie, malattie, maledizioni varie, morte improvvisa ecc. Non credeteci!
Stracciate subito le lettere senza preoccuparvi di quanto letto. Oppure consegnatele al vostro parroco, così potrà rassicurarvi sull’innocuo messaggio e farete in modo che egli possa avvertire l’assemblea dei fedeli.
Inoltre siamo a conoscenza di gruppi di persone che seguono pseudo veggenti o vari carismatici che operano in nome di qualche santo. Se lo scopo fosse la preghiera personale o comunitaria è cosa bella, purché poi non si trascenda in pratiche spiritiche, volendo evocare le anime dei defunti per avere da loro vari responsi. Questo è proibito ed estremamente pericoloso!
Vi invitiamo a segnalarci scritti o eventuali nuovi gruppi di preghiera di cui verrete a conoscenza, presso il nostro Centro di Ascolto GRIS, in C.so Torino 36 Vigevano, il mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 17.Per comunicazioni telefoniche: Giancarlo 0381.22042 .

ANAGRAFE PARROCCHIALE

Battesimo: Antibo Diego, figlio di Fabio e Durante raffaella, nato il 02/04/2009 e battezzato il 19/07/2009.
Funerali: Raina Enrico, coniugato con Tabucchi Carmela, di anni 79, deceduto l’8 luglio. Orzi Riccardo di anni 62, deceduto il 22 luglio. Morgantini Giovanni, coniugato con Crivelli Renata, di anni 64, deceduto il 17 agosto.

OFFERTE DI LUGLIO E AGOSTO

In memoria di Negri Angelo €.40. N.N. €.20. N.N. €.45. Per funerale Raina Enrico €.75. In mem. Boffino Luigi €.40. N.N. €.100.In mem. di Gaspare €.20. N.N: €.50.In mem. di Chiesa Aldo €.10. N.N. €.10. Per Funerale di Orzi Riccardo €.75. N.N. €.25. In mem. di Enrico Raina €.250 i vicini e i conoscenti di via Vignale, via Vercelli e via Stresa. Fam. Piccolo €.10.In mem. di Gropelli Luigi €.10. N.N. €.10. In mem. di Guidolin Angelo €.10. N.N. €.50. In mem. di Valdo Pietro €.15. In mem. di Lampugnani Battista €. 10. N. N. €.10. Per funerale di Morgantini Giovanni €.75. In mem. di Morgantini Giovanni €. 100. N.N. €.10. In mem. di D’Angelo Roberta €.40. N. N: €.10.
Totale €. 1.120.
Grazie a tutti generosi offerenti!

LAVORI IN CANTIERE

Entro la fine dell’anno 2009 sono stati preventivati alcuni lavori di manutenzione dei beni immobili della parrocchia e il ripristino di altri beni danneggiati.
Verrà rimesso a nuovo l’impianto di riscaldamento della casa parrocchiale e dell’oratorio con la sostituzione della caldaia, ormai non più a norma e danneggiata e di altre parti non più funzionanti.
Verrà tinteggiata la facciata esterna sia della casa parrocchiale che dell’oratorio.
Verranno messe le inferiate alle finestre del piano seminterrato dell’oratorio, tuttora mancanti.
Verranno messi pali di illuminazione e reti nuove al campo di calcio in cemento che si trova a fianco della chiesa.
Verranno ripristinate le trombe della campane sul tetto della chiesa che erano state danneggiate l’inverno scorso.
Ci siamo proposti col Consiglio pastorale e quello per gli affari economici di fare ogni anno alcuni lavori, tra i più necessari, per ammodernare e ripristinare quelle parti degli edifici parrocchiali che necessitano interventi. Vedremo di tenere conto sia delle necessità pastorali che della funzionalità delle strutture.
Vi metto al corrente dei lavori che stiamo facendo affinchè anche voi sappiate dove vengono spesi i soldi che raccogliamo nelle questue e dalle offerte che voi fate.


20 SETTEMBRE

GITA PELLEGRINAGGIO A BONATE E SOTTO IL MONTE.
Iscrizioni presso Rosetta tel. 0381.21624



 

 

contatti: info@parrocchiabattu.org